I Soci - ISRU - Independent Scientific Research Union - UNREGISTERED VERSION

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

I Soci

 

Gli Associati si dividono in:



Associati Fondatori: coloro che hanno sottoscritto l’atto costitutivo;

Associati Ordinari: le persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private, e gli enti che condividono le finalità dell’Associazione, contribuiscono alla vita della medesima e alla realizzazione dei suoi scopi mediante contributi in denaro ovvero con collaborazioni o attività, annuali o pluriennali, con le modalità ed in misura non inferiore a quella stabilita, anche annualmente, dal Consiglio Direttivo, ovvero con un’attività, anche professionale, di particolare rilievo o con l’attribuzione di beni materiali o immateriali. I Soci Ordinari partecipano alle Assemblee ed hanno diritto di voto;

Associati Sostenitori:
le persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private, e gli enti che versano all'Associazione un contributo annuale di solidarietà per il finanziamento dei progetti in realizzazione. I Soci Sostenitori possono partecipare alle Assemblee ma non hanno diritto di voto;

Associati Onorari o Benemeriti:
le persone giuridiche, pubbliche o private, e gli enti che si impegnino a contribuire per almeno un triennio al patrimonio dell’Associazione, mediante un contributo in denaro beni o servizi, nelle forme e nella misura determinata nel minimo dal Consiglio Direttivo.

Le quote associative sono intrasmissibili e non rivalutabili.

Ammissione

L’ammissione dei nuovi Associati ha effetto dalla data del versamento della relativa quota annuale, salvo parere contrario inappellabile del Consiglio Direttivo, che può essere comunicato per iscritto all’interessato entro 30 giorni dalla data di ricevimento della notizia del versamento da parte degli uffici amministrativi dell’Associazione.

Sono escluse limitazioni in funzione della temporaneità di partecipazione dell’Associato alla vita associativa.

Dimissione ed esclusione
La qualità di socio si perde:
per recesso, con effetto dall'anno sociale successivo a quello in cui il recedente ne dà comunicazione scritta;
per esclusione, quando esistano gravi ragioni, su decisione presa dal Collegio dei Probiviri senza formalità di procedura, con il rispetto del contraddittorio e attesa la ratifica del provvedimento da parte dell'assemblea dei soci;
per rinuncia, da parte di coloro che nel corso dell'anno non manifestano la volontà di concorrere nell'attività dell'Associazione.
Il socio recedente o escluso non ha alcun diritto sul patrimonio associativo.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu